MotoGp, Gran Premio di Germania, prove ufficiali: Jorge Lorenzo in Pole, Valentino Rossi quinto

Chemnitz, 17 lug. E’ di Jorge Lorenzo su Yamaha la pole position nel Gp di Germania di MotoGp con il tempo di 1.21.817. Secondo posto per la Ducati di Casey Stoner 1.21.841 e terzo Dani Pedrosa su Honda 1.21.948. Quarta posizione in griglia per Andrea Dovizioso (1.22.263) e quinto Valentino Rossi (1.22.395), che nelle libere di oggi si era piazzato terzo. In sesta posizione domani partirà lo spagnolo Hactor Barbera (1.22.454), seguito da Rendy De Puniet (1.22.610) e da Marco Simoncelli 1.22.624. Nona posizione per Aleix Espargaro con il tempo di 1.22.910 che ha preceduto Marco Melandri, decimo in 1.22.917. Solo 14esimo Loris Capirossi sulla Suzuki con il tempo di 1.23.040.

Lo spagnolo Lorenzo è riuscito a conquistare l’ennesima pole di questa stagione in una sessione con il brivido nel pomeriggio dell’eni Motorrad Grand Prix in Germania con la rottura del motore da parte del pilota della Yamaha che crea non pochi problemi in pista. Un incendio al motore dello spagnolo sul rettilineo principale del Sachsenring, e la conseguente perdita d’olio della Fiat Yamaha numero 99, costringono al suolo prima Ben Spies e subito dopo Randy De Puniet. Se per l’americano la caduta non comporta conseguenze fisiche importanti (rientrerà in pista e chiuderà 13º), per il francese del team LCR (comunque 7º) è d’obbligo una visita alla clinica mobile.

L’inevitabile bandiera rossa ferma la sessione per poco più di venti minuti, e al rientro in pista i soli Jorge Lorenzo e Casey Stoner è in grado di superare l’1’21.948 registrato da Dani Pedrosa nella prima parte. Sarà questa la prima fila con Lorenzo alla conquista della quarta pole stagionale e consecutiva. Dovizioso ritrova fiducia e tempi e domani aprirà una nobile seconda fila nella quale troviamo anche Valentino Rossi. L’italiano del team Fiat Yamaha al rientro dopo l’infortunio e il recupero a tempo di record e si ferma a 578 millesimi dalla vetta. Al loro fianco anche Barbera alla miglior qualifica in carriera nella classe regina. Nel finale caduta anche di Alex de Angelis con la Interwetten MotoGP Honda, ma nessun problema.

Adnkronos