Protesi facciale, Chrissy Steltz ha di nuovo un volto

Chrissy Steltz, una giovane donna statunitense di 27 anni rimasta sfigurata quando di anni ne aveva soltanto 16, ha di nuovo un volto, il che per lei vuol dire avere un naso e degli occhi. A ridurla in questo modo, fu un colpo di pistola sparato nella notte, per sbaglio, da un amico della giovane, durante una festa a Milwaukie, nell’Oregon, dove la donna vive a tutt’oggi.

 D coma per sei settimane, quando ne è uscita non aveva più un volto, oltre ad aver perso la vista. Anche gli altri sensi erano seriamente compromessi. Per restituirle un viso, gli specialisti di chirurgia maxillo-facciale di Eugene, capitanati da Eric Dierks, hanno utilizzato delle vecchie foto della donna e messo a punto una protesi adattabile alla sua età attuale e munita di occhi azzurri, naso e sopracciglia artificiali.
L’impianto è in silicone, fissato con speciali magneti in titanio alle ossa facciali e puo’ essere tolta e riparata in qualsiasi momento. Per renderla più reale possibile, medici e tecnici hanno usato anche dei trucchi – mascara, ombretto e eyeliner per l’esattezza – e ora il volto nuovo di Chrissy sta rimbalzando sulle principali testate Usa o d’Oltreoceano.
Chrissy, nonostante quel brutto incidente che cambiò e sconvolse la sua vita, in questi anni non si è mai persa d’animo. Ha proseguito i suoi studi, imparato a leggere il braille, si è fidanzata e ha avuto un bambino. Ma era terrorizzata, come racconta lei stessa, all’idea che suo figlio potesse un giorno vedere quel che si nascondeva dietro quella mascherina da notte con cui copriva il ‘buco’ che si apriva sul suo volto. “Ora mio figlio potrà guardarmi come fossi una persona normale”, afferma entusiasta.

Luca Bagaglini