Rientro record per Rossi, 7° tempo al Sachsenring

Al rientro dopo 6 settimane di stop forzato a causa dell’incidente occorsogli al circuito del Mugello, una doppia frattura a tibia e perone della gamba destra, Valentino Rossi torna in pista per le prove libere del GP di Germania, ottenendo il settimo tempo.

Il pilota italiano della scuderia Yamaha ha girato sul circuito del Sachsenring in 1’23”244, la sessione di prove è stata dominata dallo spagnolo Dani Pedrosa, che ha fatto segnare un tempo di 1’22”521. Alle sue spalle si sono piazzati l’australiano Casey Stoner con 1’22”795 e lo statunitense Nicky Hayden con 1’22”983. Precedono Rossi, nell’ordine, anche Ben Spies con 1’23”189, Marco Simoncelli con 1’23”204 e Jorge Lorenzo con 1’23”224, la cui prestazione è stata di poco migliore (solo 0,02″) dell’italiano campione del mondo.

Il ‘dottore’ sorride, appare motivato e combattivo: “Sono veramente felice, soprattutto perché sono molto più agile sulla moto rispetto a quanto lo ero nei test – afferma il campione di Tavuglia dopo aver terminato 29 tornate del circuito tedesco – mi sento abbastanza fiducioso in sella, anche la spalla sta bene e non mi da problemi. Ora avverto un po’ di dolore alla gamba e alla caviglia ma non va cosi’ male. Oggi sono stato in grado di fare una serie di giri consecutivi, sono stato abbastanza veloce. Le cose sembrano funzionare. Adesso aspettiamo di vedere domani mattina – conclude Valentino – come sta la gamba, se sta bene o se ci saranno problemi durante la notte”.

Emiliano Tarquini