Bus prende fuoco sull’autostrada Genova-Savona: un morto e 15 intossicati

Attimi di terrore sull’autostrada Genova-Savona, nei pressi di Celle. Un pullman turistico ha preso fuoco in una galleria, provocando la morte di una 40enne e l’intossicazione di altri quindici passeggeri. La tragedia sarebbe stata provocata dall’esplosione della turbina e dall’incanalamento dei gas di scarico nell’abitacolo. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polstrada e vigili del fuoco. Una 19enne è in gravissime condizioni. La 40enne, una cittadina filippina, è morta per un arresto cardiaco. La 19nne, gravissima, è stata invece trasferita all’ospedale San Martino di Genova in fin di vita. E’ stata intubata e si lotta per salvarla. Gli altri intossicati sono stati trasportati con l’elicottero negli ospedali di Savona e Genova Voltri. A bordo del mezzo c’erano una settantina di turisti provenienti da Milano e diretti ad Alassio.

Secondo la prima ricostruzione degli inquirenti, sarebbe esplosa la turbina del motore del mezzo. Il gas di scarico si sarebbe dunque incanalato dal vano motore all’abitacolo, causando la tragedia. Il mezzo si è fermato sulla corsia di marcia fuori dalla galleria Cantalupo.

Il tratto dell’autostrada A 10 tra Varazze e Celle Ligure, in direzione Savona, è stato chiuso e si registrano 6 chilometri di coda da Arenzano. Per chi è diretto verso il ponente ligure è obbligatoria l’uscita a Varazze con rientro in autostrada a Celle Ligure dopo aver percorso la Via Aurelia.

Tgcom