Milan, Ronaldinho posticipa l’arrivo in Italia di 24 ore. E’ stato visto al concerto del rapper americano ’50 Cent’

MILANO. Stilato il calendario delle amichevoli estive – gli appuntamenti più prestigiosi il 22 agosto con la Juventus a San Siro e il 25 con il Barcellona al Camp Nou – il Milan è pronto a sciogliere il nodo Ronaldinho. Il presupposto di nuove mosse sul mercato prima di iniziare ufficialmente la stagione, martedì, con il raduno a Milanello. Un nodo, quello del brasiliano, che la società affronterà a breve, con ogni probabilità oggi quando il giocatore dovrebbe arrivare dal Brasile, accompagnato dal fratello-procuratore Roberto de Assis. L’attaccante era atteso a Malpensa ieri in serata, ma il suo rientro dal Sudamerica è slittato di qualche ora. Maglietta bianca, basco nero e catenone al collo, il Gaucho è stato infatti immortalato dai fotografi del sito brasiliano Globo.com al concerto che il rapper americano ’50 Cent’ ha tenuto a Rio de Janeiro la scorsa notte. Una volta in Italia, Dinho e il fratello si siederanno con l’amministratore delegato rossonero Adriano Galliani per pianificare il futuro.

BERLUSCONI AL RADUNO – Ad ogni modo al raduno della squadra sarà presente anche il patron Silvio Berlusconi, che, oltre al benvenuto ai nuovi acquisti (il tecnico Allegri, i difensori Yepes e Papastathopoulos e il portiere Amelia) potrebbe fare il punto sul mercato da impostare con la regola aurea del ‘prima si vende (chissà se Ronaldinho, forse l’olandese Huntelaar o addirittura Gattuso concupito dall’Olympiacos) e poi si comprà.

THIAGO SILVA, NO AL REAL – Intanto, in via Turati, si registra il no cortese del difensore Thiago Silva alle presunte lusinghe del Real Madrid, che il quotidiano Marca vorrebbe sulle sue tracce con un assegno da 10 milioni di euro. «È un onore l’interesse di un grande club come il Real Madrid e di Mourinho, uno dei migliori allenatori del mondo – ha spiegato il giocatore al sito Globo.com – magari un giorno lavorerò con lui, ma non c’è fretta. Ora – ha tagliato corto – gioco in uno dei più grandi club al mondo, sto molto bene e sono felice al Milan, mi sono adattato perfettamente all’Italia e sono pronto per realizzare una grande stagione».

Corrieredellosport.it