Veronica Ciardi e Sarah Nile, pronto documentario lesbo sulle sexy ragazze del Grande Fratello

Nel bene e nel male le due bellissime e sexy ragazze del Grande Fratello 10, Veronica Ciardi e Sarah Nile, rimarranno nell’ immaginario lesbo nazionale per via della loro presunta storia d’ amore nata nelle quattro mura di Cinecittà. In tanti pensano che sia stata una relazione montata ad hoc dagli autori del famoso e popolare reality show di Canale 5 per aumentare gli ascolti televisivi ed esporre allo stesso tempo una tematica nuova per la televisione italiana: la coppia lesbo. Il pubblico lesbo italiano si è infatti appassionato nel seguire la storia delle due gieffine che più volte si sono baciate e scambiate effusioni davanti ai riflettori mediatici.

Veronica Ciardi ha anche confermato di aver fatto petting con Sarah Nile durante una puntata della trasmissione di Italia 1, Le Iene. Le due bellissime ragazze hanno confessato, durante la loro permanenza nel reality di Canale 5, di aver già avuto delle esperienze omosessuali. Il loro sentimento è stato definito “sogno” e questo è andato avanti fino alla fine del programma. Una volta terminato il reality hanno dichiarato di essere eterosessuali.

Veronica Ciardi e Sarah Nile, che hanno programmato una vacanza insieme, sono le vincitrici morali del GF10 e sono anche i gieffini più richiesti nei programmi tv e nelle discoteche. Finiscono sempre in prima pagina sulle riviste e portali web di gossip nazionale. Sono riuscite a suscitare interesse e curiosità anche nel panorama lesbo mondiale. Basti pensare che in America sono seguitissime e ammirate a tal punto che sono state inserite nella lista delle top 100 donne più sexy del mondo dal sito americano Afterellen.

In Italia il fenomeno lesbo è molto meno esposto rispetto a quello gay. Ci sono pochissime artiste lesbo dichiarate. Ed ecco perchè è nato un documentario dal titolo “Diversamente etero” che cerca di spiegare il successo del duo lesbico Sarah-Veronica. Il documentario è stato preparato da Elena Tebano, Milena Canavacciuolo, Chiara Tarfano e Marica Lizzadro. Una delle ideatrici, Elena Tebano, ha spiegato il perchè di questa iniziativa.

“Se due donne dichiaratamente eterosessuali, – ha affermato Elena – sono riuscite a farsi desiderare potentemente da centinaia di donne lesbiche, è solo a causa del vuoto assoluto tutto italiano che strozza il nostro immaginario lesbico. A parte pochissime eccezioni, non esistono figure precise, personalità di spicco, donne dichiaratamente omosessuali che siano in grado di farsi portatrici di bisogni e richieste tutte al femminile, né in tv, né in politica”.

Nonmidire