Jennifer Lopez: concerto annullato, ora rischia 40 milioni di dollari di penale

La nota cantante Jennifer Lopez rischia seriamente una stangata multimilionaria per aver annullato un concerto che si sarebbe dovuto tenere nella bella isola di Cipro.

La cifra ammonterebbe a ben 40 milioni di dollari! Questa sarebbe la penale prevista sul contratto stipulato dalla popstar con l’organizzazione cipriota.

Il concerto annullato potrebbe costarle molto caro, nel vero senso del termine! Ma andiamo a vedere quale è stato il motivo che ha spinto la cantante americana ad annullare il concerto ormai fissato nella piccola isola del Mediterraneo.

La cantante e attrice statunitense aveva preso accordi per uno show presso il Cratos Premium Hotel and Casino, un enorme complesso alberghiero extra lusso situato nella parte nord dell’Isola di Cipro.

Il concerto-spettacolo di J.Lo si sarebbe dovuto tenere il prossimo 24 luglio che è anche il giorno del suo 41esimo compleanno!

Ma oltre al compleanno della sexy diva della musica, il 24 luglio segna l’anniversario dell’invasione turca sull’isola, avvenuta nel 1974. Sicuramente uno dei giorni più tristi della storia di Cipro.

La decisione di Jennifer Lopez di esibirsi proprio in quella precisa data è stata fin da subito criticata dall’opinione pubblica greco-cipriota. Una scelta che poteva essere interpretata come un appoggio, della star, all’occupazione turca della regione.

La presenza dell’artista rischiava di essere considerata come una sorta di tributo a quel particolare evento storico e J.Lo poteva essere tacciata di essere filo-turca.

Onde evitare questo grosso incidente diplomatico, l’entourage di Jennifer ha deciso di annullare il concerto. Dopo un consulto approfondito sulla situazione cipriota, lo staff dell’artista ha annullato lo show non senza difficoltà.

La situazione era di non facile soluzione. In ogni modo si sarebbe scontentato qualcuno.

Se il concerto si fosse svolto come programmato, l’opinione pubblica e i fans di Jennifer non l’avrebbero sicuramente presa bene; se invece il concerto fosse stato cancellato, com’è poi accaduto, sarebbe stata l’organizzazione dell’hotel ad attapirarsi.

La scelta avrebbe comunque portato a un danno: d’immagine e di popolarità in caso di concerto contro il volere dell’opinione pubblica, oppure economico in caso di annullamento.

La cantante ha optato di privilegiare la popolarità e il rapporto coi suoi fans a scapito del portafoglio. Ciò però ha causato un brutto colpo monetario per la cantante.

Il Cratos Premium Hotel and Casino ha deciso d’intentare una causa legale contro la Lopez per inadempimento contrattuale. L’accordo stipulato tra le parti prevedeva, infatti, una penale pari a 40 milioni di dollari in caso di annullamento del concerto.

“Jennifer Lopez non supporterebbe mai consapevolmente alcuno stato, paese, istituzione o regime che fosse associato con qualsiasi forma di violazione dei diritti umani” aveva esclamato un portavoce della cantante.

In ogni caso il proprietario dell’albergo ha annunciato che sarebbe disposto a ritirare la richiesta di risarcimento, nel caso in cui la Lopez sia disposta a cantare.

Staremo a vedere cosa succederà, se riusciranno a trovare un compromesso o se davvero Jennifer Lopez alla fine sarà costretta a pagare quell’ingente somma.

Fabio Porretta