Ceausescu: riesumate le salme del dittatore comunista e di sua moglie. Verrà fatto l’esame del Dna

BUCAREST – Sono stati riesumati a Bucarest in Romania i corpi di Nicolae Ceausescu e di sua moglie Elena, per accertare tramite l’esame del dna se le salme sono effettivamente quelle del dittatore comunista e della consorte. Lo ha reso noto un dipendente del cimitero della capitale. Il genero dei Ceausescu, Mircea Opran, vedovo della defunta figlia Zoe, aveva spiegato in tv in precedenza che “ci saranno delle esumazioni, poi resti verranno prelevati per essere sottoposti ad analisi. Dobbiamo stabilire se sono davvero loro”. Serviranno diverse settimane per conoscere i risultati degli esami. Dopo i prelievi, i corpi verranno nuovamente inumati. Nicolae Ceauscescu governò la Romania dal 1965 al 1989. Cacciato dal potere nel dicembre 1989 dalle manifestazioni di piazza seguite al crollo del Muro di berlino, cercò di fuggire, ma fu arrestato, processato e giustiziato insieme alla moglie il giorno di Natale dello stesso anno. Secondo le autorità i due coniugi sono sepolti nel cimitero di Ghencea a Bucarest.

Ansa