Inter, parla Branca: “Totti? Esagera, forse colpa della calura estiva. Gli mando un abbraccio”

MILANO, 21 luglio – L’attacco di Francesco Totti è stato di quelli pesanti, l’Inter non ha gradito. Il presidente Massimo Moratti, ieri ri­masto fino a tarda ora nei suoi uffici in centro a Mi­lano, ha preferito non commentare, il direttore tecnico nerazzurro Marco Branca non si è tirato in­dietro e, tra una parola d’affetto e una di com­prensione per l’ex compa­gno (sono stati insieme nella Roma, per 6 mesi, nel 1995), ha parlato di un Totti colpito dalla «calura estiva» volendo inoltre ribadire quanto meritati e utili anche alla Roma sia­no stati i trionfi nerazzur­ri della scorsa stagione.

«Posso capire Francesco – ­ha iniziato il dt dell’Inter -e mi rendo conto che da capitano a volte debba stimolare l’ambiente e creare la giusta atmosfe­ra. Lo capisco meno quando è così esplicito. Al Totti che ha vissuto i pri­mi sei mesi della sua car­riera professionale con me dico affettuosamente che non è rispettoso dare certi giudizi su una squa­dra che ha fatto la storia del calcio italiano ne­gli ultimi 4-5 anni. Tra l’altro l’In­ter ha an­che contri­buito, con un giocatore (Burdisso, prestato gratuitamente ai giallorossi la scorsa esta­te, ndr) e con la vittoria della coppa, alla parteci­pazione della Roma alla Champions League. Fran­cesco è stato preso dalla calura estiva e sono certo che non vo­lesse dire certe cose negative sulla digni­tà, lo sforzo e il merito delle nostre vittorie. Gli mando un abbraccio».

Corrieredellosport.it