Russia, esplosioni in una centrale idroelettrica nel Caucaso. Due i morti

Sarebbero da ricondurre ad un attacco terroristico le due esplosioni verificatesi nella centrale idroelettrica di Baksan, nel Caucaso russo. Secondo quanto riferito dalla polizia locale, alcuni sconosciuti avrebbero fatto irruzione nell’impianto, uccidendo i due guardiani, per poi attivare due ordigni esplosivi.
“Secondo le prime notizie -ha comunicato un funzionario del gruppo Rushydro, che gestisce la centrale- si è trattato di un attacco terroristico”. Due persone sono rimaste ferite in seguito allo scoppio delle bombe e altrettanti generatori dell’impianto sono stati danneggiati.

Tatiana Della Carità