Il partito “tutto a posto, tutto perfetto”. Così il premier Silvio Berlusconi ai cronisti che gli chiedevano come andassero le cose nel Pdl, al termine del vertice a Palazzo Grazioli. Il Cavaliere ha fatto entrare i cronisti per mostrare un mosaico di marmo, realizzato a Cautano, in provincia di Benevento, di due metri per due che raffigura il Cavaliere con la mamma Rosa. Ai cronisti che, cogliendo spunto dall’opera, chiedevano al presidente del Consiglio se erano a posto anche le tessere di un altro mosaico, quello del Popolo della liberta’, Berlusconi ha risposto: “Tutto a posto”.

Il Cavaliere fa il punto dopo che in mattinata aveva atttaccato media e avversari. ‘In queste ultime settimane sono riprese contro il governo e contro il Popolo della Libertà furibonde campagne mediatiche. Come mi ero impegnato a fare, ho ripreso in mano la situazione e sto lavorando con il consueto impegno su entrambi i fronti, forte del sostegno attivo di persone come te”, scriveva il premier Silvio Berlusconi tramite internet ai simpatizzanti del Pdl sul sito ‘Forzasilvio.it’. ”Sono convinto -aggiunge Berlusconi- che conoscere e divulgare le tante realizzazioni del nostro ‘Governo del fare’ sia la migliore risposta contro le calunnie e le campagne mediatiche. I nostri avversari sono maestri nelle chiacchiere, con le quali cercano di nascondere i loro demeriti e di oscurare il tanto di buono che abbiamo fatto in questi due anni difficili”.
Nel sito il Cavaliere lancia ‘L’operazione Memoria’, per rimarcare i risultati del suo esecutivo: ”Non riusciranno nel loro intento se noi saremo uniti, se il Popolo della Libertà sarà unito attorno al proprio governo, consapevole dei grandi risultati finora ottenuti, coeso tra leader, dirigenti e popolo”. ”La forza del nostro stare insieme -è il messaggio del premier- è nella moralità del fare. Proprio per questo cercano di toglierci l’orgoglio di essere nel Popolo della Libertà, motore principale del governo del fare”.
Dal Pd Bersani ha commentato le parole del premier relative alla campagna mediatica. “Che faccia anche la vittima è paradossale, visto che se ne intende di media…”, ironizza il segretario democratico.
E per chiarire meglio l’annunciata offensiva politica anche ieri sera, durante la cena con una ventina di parlamentari del Pdl organizzata dal deputato questore Antonio Mazzocchi, Silvio Berlusconi è tornato a dire che trascorrerà il mese d’agosto al lavoro. Sulla sua scrivania c’è innanzitutto il partito.
Il Cavaliere, secondo quanto riferito da alcuni presenti all’incontro, avrebbe assicurato che dopo la pausa estiva vuole mettere mano all’impianto organizzativo del partito per rilanciarlo. L’obiettivo è rendere il partito unitario del centrodestra piu’ radicato sul territorio e in grado di dialogare direttamente con la gente. Tutto, avrebbe spiegato, passera’ attraverso un riassetto capillare delle sue strutture. Per questo, il premier ha chiesto ai presenti di tenersi disponibili per riunioni e colloquio anche in pieno agosto. ”Abbiamo dato la nostra disponibilità a lavorare tutta l’estate, perché la politica si fa con spirito di servizio”, assicura Amedeo Laboccetta, uno dei deputati presenti alla cena.
Forte degli ultimi sondaggi che parlano di consensi molto alti per lui, Berlusconi è determinato a continuare per la sua strada. Quanto al rapporto con Gianfranco Fini, raccontano alcuni presenti all’incontro di ieri sera, il premier avrebbe ribadito che non si farà fermare dalla polemiche. Ognuno faccia le sue scelte, io vado avanti, sarebbe stato il suo ragionamento.
Adnkronos