Nato: Due militari USA rapiti dai talebani

I talebani rivendicano il rapimento di due soldati americani che da ieri risultano dispersi nella provincia di Logar, a circa 60 chilometri a sud della capitale Kabul. “I talebani hanno catturato ieri nel distretto di Charkh due soldati americani che avevano due fucili d’assalto e due macchine fotografiche” ha dichiarato il portavoce Zabihullah Mujahid. La notizia della scomparsa dei due militari nel distretto è stata confermata da fonti locali afghane e dalla Nato.

‘; document.write(s); return; } google_ad_client = ‘pub-9337979819232587’; google_ad_channel = ‘2917619199’; google_ad_output = ‘js’; google_max_num_ads = ‘2’; google_skip = google_adnum_2; google_ad_type = ‘text’; google_feedback = ‘on’;
// ]]> “Due membri dell’International Security Assistance Force hanno lasciato venerdì pomeriggio il loro compund a Kabul a bordo di un veicolo e non hanno fatto ritorno”, riferisce un comunicato della forza Isaf guidata dalla Nato, senza specificare la nazionalità dei due soldati. “L’unità ha dispiegato veicoli ed elicotteri per ricercarli e la ricerca è in corso”, si legge ancora nel comunicato, che promette ulteriori “dettagli, quando saranno disponibili”.

Altri cinque militari americani sono stati uccisi oggi in due diversi attacchi nel sud dell’Afghanistan, dove si sta rafforzando l’offensiva contro le forze talebane. Ai quattro caduti di cui aveva dato inizialmente notizia il comando dell’Isaf, che non aveva fornito indicazioni sulla nazionalità dei militari uccisi poi confermata da altre fonti, si è aggiunto infatti un altro soldato rimasto ucciso in un altro attacco.
Adnkronos