Leonardo di Caprio si racconta sulla rivista Rolling Stone

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:13

Leonardo di Caprio si mette “a nudo” in una lunga intervista rilasciata all’edizione americana di Rolling Stone. L’attore, idolatrato dalle ragazzine di tutto il mondo, confessa di essere un ipocondriaco e di stare spesso in ansia per cose piuttosto futili.

“Ho una vita bene organizzata e faccio molta attenzione a ciò che faccio, ma poi basta la cosa più banale per farmi mettere lo stomaco sottosopra”, racconta l’attore.

Poi aggiunge: “si tratta di cose che non dovrebbero rendermi ansioso, è davvero folle come la tua mente diventi questa sorta di database in base al quale ti preoccupi per cose che sono totalmente arbitrarie”.

Nessuno si sarebbe mai immaginato che il protagonista di: Titanic, The Beach, Gangs of New York, The Aviator, Blood Diamond; dove appare coraggioso e sicuro di sè, potesse essere, invece, pieno di paure ed angosce tanto da esserne tormentato.

L’incredibile successo di Titanic gli ha letteralmente stravolto la vita, facendolo diventare uno degli attori più amati ed invidiati di Hollywood ma lui è rimasto il ragazzo di sempre, almeno stando alle sue parole.

“A me non è interessato mai niente di cosa pensasse la gente, i miei principali concorrenti degli inizi, i due ragazzi biondi con cui andavo alle audizioni, sono entrambi morti, uno impiccato e l’altro per overdose di eroina. Per fortuna io mi sono sempre tenuto lontano dalle droghe”, ha concluso.

La star dalla “faccia d’angelo” ha partecipato al nuovo film di Martin Scorsese “Shutter Island”, un thriller-horror ambientato su un’isola a dir poco sinistra, dove recita nella parte di un intrepido agente federale.

Eppure nella vita reale di tutti i giorni, messi da parte i panni dell’attore, dimostra di essere un normale essere umano con tutti i suoi limiti e le proprie debolezze.

Fabio Porretta