Canarie, alla scoperta della natura incontaminata

(Calciomercato) Di origine vulcanica, l’arcipelago delle Canarie deve il suo nome al canarino, un uccellino verde con alcune parti del corpo grigie, un tempo molto diffuso.
Situato a largo della costa nord occidentale dell’Africa, fra deserto del Sahara ed Oceano, è formato dalle due province spagnole di Las Palmas e di Santa Cruz di Tenerife. Consta di sette isole principali e di altrettante piccole.

LE ISOLE PRINCIPALI E LE MINORI: da ovest a est, le sette isole principali sono costituite da Hierro, La Palma, Gomera, Tenerife, Gran Canaria, Fuerteventura, e Lanzarote, a cui si aggiungono le isole minori: Graciosa, Alegranza, Isleta del Rio, Roque del Este, Isola di Lobos, Montaña Clara, tutte disposte attorno a Lanzarote, l’isola più orientale, distante meno di un centinaio di chilometri dal continente africano.


LAS PALMAS DE CANARIA
: influenzata dallo sviluppo del turistismo, questa grande città presenta tutte le caratteristiche di una capitale moderna, con un gran numero di ristoranti, alberghi, locali e negozi.
Da visitare il centro storico, costituito dai quartieri di Triana e Vegeta, dove si può ammirare un’architettura molto sui generis, misto di influenze europee e nordafricane, di cui la città giardino rappresenta un bel esempio, con i suoi edifici inglesi e andalusi.

FUERTEVENTURA: è senz’altro la destinazione perfetta per chi ama il sole e la spiaggia, in quanto ne vanta il numero maggiore, di cui le più famose sono quelle di  Sotavento de Jandia e di Cofete.

ECOTURISMO: esistono quattro parchi nazionali, situati sulle isole di Gran Canaria, Gomera, Teneriffa e Lanzarote. A La Palma si trova il Parco nazionale de la Caldera de Taburiente, rinomato per essere stato in origine un cratere vulcanico. Per quanto riguarda invece gli amanti delle passeggiate in montagna da visitare è sicuramente il Picco di Teide (alto 3720m) che sovrasta il parco omonimo sull’isola di Teneriffa. A Lanzarote, potrete visitare il parco nazionale Timanfaya, riconosciuta riserva della biosfera dall’Unesco.

ISOLE INESPLORATE
: le isole rimaste incontaminate dal turismo di massa sono certamente Graciosa e Hierro. Poco abitate, e con un panorama unico, esse costituiscono dei luoghi ideali per rilassarsi o praticare attività sportive come il surf o l’immersione.

SICUREZZA: E’ consigliabile non bere l’acqua del rubinetto e la stipulazione, prima di un’ assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in un altro Paese.

ECONOMIA: Si basa principalmente sul settore dei servizi, con particolare riferimento ai commerciali e turistici. I prezzi di alberghi, ristoranti e negozi sono vari e alla portata di tutti, si va da quelli molto economici (50 euro la giornata) a quelli costosissimi (100-150 €) per i più esigenti.

Fonte: Paesionline