Trentennale della strage di Bologna, Bersani: “Un governo non puo’ esistere solo per gli applausi, è un oltraggio”

L’assenza del governo alle commemorazioni per i 30 anni della strage di Bologna e’ un oltraggio che non ha scuse, afferma il Pd. Il partito democratico chiede una verita’ definitiva. ‘Il ministro La Russa si scusi’, insiste l’Idv, mentre l’associazione di via dei Georgofili solidarizza con quella dei familiari delle vittime di Bologna e chiede verita’ sulle stragi. Alla commemorazione di domani non ci sara’ alcun ministro: e’ la prima volta dal 1981.

”Sono sempre sgradevoli in queste circostanze le polemiche, i fischi. Un governo pero’ non puo’ esistere solo per gli applausi. Li esistono dei problemi ancora da risolvere. Il governo deve andare, ascoltare i problemi e se ci sono proteste ascoltare anche le proteste, non starsene a casa. Qui abbiamo ministri che vogliono solo applausi”. Lo dice Pierluigi Bersani a proposito dell’assenza del governo, domani, alla commemorazione della strage di Bologna.

Quanto ai risarcimenti e al segreto di Stato, Bersani ha affermato: ”Io sono assolutamente d’accordo con la piattaforma dei familiari delle vittime. Noi non possiamo limitare, diciamo, l’apertura del segreto di stato, ci sono risarcimenti ancora da riconoscere come han ben illustrato i familiari delle vittime. Noi la loro piattaforma la sosteniamo completamente”.

Ansa/LaStampa