Midnight in Paris, Sarkozy geloso di Carla Bruni irrompe sul set

Sarà stata colpa del troppo lavoro, del caldo estivo o di un eccesso di gelosia nel vedere la moglie Carla Bruni sorridente e complice del seducente attore americano Owen Wilson: fatto sta che il presidente francese Nicolas Sarkozy, arrivato  martedì scorso a sorpresa sul set parigino del nuovo film di Woody Allen, ‘Midnight in Paris’, non ha saputo celare la rabbia. Un  fiume in piena, racconta il settimanale francese Vsd, che pubblica alcune foto di quella notte, con Sarkozy che si è scagliato  contro i paparazzi e ha persino cercato di portare via Carla dal set.

Sempre secondo Vsd, che tra le possibili motivazioni di quella rabbia cita anche la gelosia, gli scatti mostrano un presidente fuori di sé: sudato, con la camicia sbottonata sul collo, che si dimena contro i fotografi, trattenuto solo dalla Premiere dame, la sola in grado di intervenire per placare la sua collera.  Tutto comincia alle due del mattino. Quando il capo dell’Eliseo, circondato da guardie del  corpo, sbarca con la sua berlina sul set di Allen, ai piedi del Pantheon, nel cuore della Rive gauche. Un gesto che ha innervosito  anche il regista, dice Vsd.

Sarkò ha appena presieduto un interminabile riunione all’Eliseo, i sondaggi sulla sua popolarità sono ai minimi, mentre nel governo si  succedono gli scandali. Due sottosegretari si sono dovuti dimettere per storie legate a sigari cubani e jet privati pagati dal  contribuente. Il suo ministro del lavoro Eric Woerth, è sospettato di aver intascato una tangente dall’anziana erede dell’Oreal,  Liliane Bettencourt, per la campagna presidenziale che nel 2007 lo portò all’Eliseo. Giunto davanti al set, dove la moglie deve girare  una scena notturna con Wilson, Sarkozy comincia ad attaccare i paparazzi assiepati lì intorno. “Trovate il modo di cacciare  subito quei fotografi”, ordina agli uomini della scorta, particolarmente innervosito dai moltissimo obiettivi puntati su di lui. Poi, sempre secondo Vsd, cerca di riportare a casa la moglie. Solo dopo un concitato scambio di battute e dopo averlo stretto tra le  braccia, la Premiere dame, con tanto di sigaretta in mano, riuscirà a convincerlo a restare fino al termine delle riprese.

Il presidente si rifugia per una mezzoretta in un ristorante vicino, in attesa che vengano allontanati i fotografi, poi assiste ai primi ciak della moglie. La aspetterà fino alla 4 del mattino. Per poi riportarla a casa con la sua auto. Poche ore dopo, lo attende un consiglio  dei ministri.

“Non è successo niente –  spiega l’Eliseo – E’ vero, è possibile che ci sia stato un piccolo scambio di battute, ma niente di rilevante”.  Secondo il settimanale, Allen non avrebbe comunque apprezzato la sfuriata di Sarkò, che avrebbe sconcentrato gli attori. Mentre la scena con la Bruni e Wilson é stata ripetuta oltre 30 volte.La Bruni ha già terminato le riprese per la sua piccola  parte ed è partita ieri per le vacanze estive con il marito nella residenza estiva di Cap Negre, nel sud della Francia, dove Sarkò è  uscito in bici. Invece Allen dopo il quartiere latino della capitale, si é spostato a Montmartre e al mercatino delle pulci, sempre  nel nord della città, mentre il prossimo ciak sarà nella zona a luci rosse di Pigalle.

Ansa