Costo pedaggi, niente rialzi estivi

E’ stata respinta la richiesta di “misure cautelari provvisorie” presentata da Presidente del Consiglio e Anas nei confronti dell’ordinanza sospensiva degli aumenti decisa dal Tar del Lazio. Zingaretti: “Un’altra vittoria per tutti i cittadini”; Renata Poleverini:”Ora spetta all’Anas adeguarsi”.

Il Consiglio di Stato ha respinto la richiesta presentata da Presidenza del Consiglio dei Ministri e Anas che chiedevano “misure cautelari provvisorie” nei confronti dell’ordinanza sospensiva degli aumenti stabilita dal Tar del Lazio. In tal modo è stata confermata la sospensione degli aumenti sui pedaggi autostradali decisi dal Tribunale amministrativo.
Il presidente del Codacons Carlo Rienzi spiega che “ciò significa che ad oggi gli aumenti dei pedaggi introdotti dal governo sono illegittimi e che se non verranno ripristinate le vecchie tariffe potrebbero configurarsi addirittura dei reati a danno degli utenti, quali appropriazione indebita e truffa aggravata”. “Per questo motivo – continua Rienzi – abbiamo invitato una segnalazione a varie Procure della Repubblica come Roma, Rieti e Pescara, affinché valutino l’opportunità di intervenire aprendo fascicoli a tutela degli utenti delle autostrade”.

L’OSSERVATORIO NAZIONALE FEDERCONSUMATOR
I: Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, presidenti di Federconsumatori e Adusbef, in seguito alla lettura dei calcoli hanno rilevato che “grazie allo stop di tali aumenti, tra costi diretti e indiretti, ogni famiglia risparmierà una spesa di 60 euro annui”.

IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI ROMA: Nicola Zingaretti ha espresso “grande soddisfazione per la decisione del Consiglio di Stato” affermando che questa è “un’altra vittoria per tutti i cittadini”.

LE RICHIESTE DEL PD
: il partito chiede “al governo e all’Anas di ripristinare le tariffe in vigore prima di luglio nei 27 caselli dove la manovra ha previsto un’inaccettabile stangata ai danni dei pendolari e degli italiani in partenza per l’esodo estivo”. Ad affermarlo è Michele Meta, capogruppo del Pd in commissione Trasporti alla Camera, il quale aggiunge “sarebbe gravissimo e ingiusto continuare a far pagare tariffe illegittime a coloro che hanno già subito un danno nel mese di luglio, e che rischiano l’ulteriore beffa di pedaggi invariati al momento della partenza per le vacanze”.

IL PRESIDENTE DELLA REGIONE LAZIO
: in seguito alla sentenza Renata Polverini, presidente della Regione Lazio, soddisfatta ha dichiarato: “Va nella direzione già indicata dal Tar – e sottolinea – la Regione ha fortemente sostenuto la Provincia di Roma contro un aumento ingiusto dei pedaggi, soprattutto per i tanti pendolari del Lazio. Ora spetta all’Anas adeguarsi ai pronunciamenti della magistratura amministrativa”.

Calciomercato.it (Adnkronos)