Cavour, bicentenario della nascita: Borghezio (Lega Nord) celebra il grande statista piemontese

ROMA, 10 AGO – «Celebrare il bicentenario cavouriano è un non senso nell’Italia di oggi che, con le sue cricche romane, rappresenta un’alternativa totale al grande statista piemontese». Lo afferma in una dichiarazione il parlamentare europeo della Lega Nord Mario Borghezio. «Cavour e la piemontesità – aggiunge – non piacciono a Roma ladrona e non è certo un caso che il Conte non volle mai recarsi a Roma, già allora così lontana al modo di pensare dei piemontesi. Per questo, anche se 150 anni di vita unitaria hanno determinato un giudizio storico politico negativo sulle conseguenze di quelle scelte unitarie, Cavour, per la sua sorprendente visione regionalista se non federalista, resta per noi un grande».

Ansa