‘NDRANGHETA / Toscana, 8 arresti a Siena effettuati dai Carbinieri e dalla GdF di Montepulciano

NDRANGHETA Associazione a delinquere di stampo mafioso finalizzata alla commissione di reati, in particolare tentato sequestro di persona, estorsione, lesioni, furto in abitazione. Queste le accuse per 8 persone arrestate nel corso di un’operazione congiunta del Nucleo operativo dei Carabinieri e della Guardia di Finanza di Montepulciano (Siena), a conclusione di articolate attivita’ di indagine. Le ordinanze di custodia cautelare in carcere sono state emesse dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Firenze-Direzione Distrettuale Antimafia. Secondo l’accusa, gli arrestati cercavano di intraprendere in Toscana attivita’ criminali, anche con l’obiettivo di rafforzare una cosca della ‘ndrangheta. I provvedimenti restrittivi sono stati eseguiti nelle provincie di Catanzaro, Reggio Calabria, Perugia, Cuneo e Napoli. I reati commessi riguardano un arco temporale che va dal 2008 al 2009, nel territorio di Montepulciano, Sinalunga, Chianciano Terme, Chiusi, Ciampino e Spoleto ed in particolare riguardano l’incendio della discoteca ‘La Capannina’ del 5 marzo 2008. Ed e’ proprio da questo evento che le indagini hanno permesso di far luce anche su un tentativo di sequestro di persona avvenuto in precedenza e svanito solo per la resistenza fisica messa in atto dalla vittima. Il gruppo criminale comprende anche un affiliato ad una nota cosca calabrese, gia’ condannato per omicidio volontario, associazione mafiosa e altri reati, al tempo dei fatti sottoposto a regime di semiliberta’.


Adnkronos