GOVERNO / Berlusconi, accordo sui cinque punti oppure si va al voto

GOVERNO –  “Qualora la coesione della maggioranza venisse meno anche su uno solo” dei 5 punti contenuti nel documento varato l’altro ieri dal vertice del Pdl, “che sono parte integrante del programma di governo, non accetteremmo mai di farci logorare in un tirare a campare in discussioni continuative che erano tipiche di molti governi della prima repubblica” e l’alternativa sarebbero le elezioni anticipate.
Lo dice Silvio Berlusconi in un mesasggio ai Promotori della Libertà. “Cosi’ come rifiuteremmo anche – aggiunge – la prospettiva di dover negoziare al ribasso, direi, quell’azione riformatrice su cui noi ci siamo impegnati e su cui vogliamo essere assolutamente coerenti, mentre altri pensano di farne oggetto di un mercato politico che per noi è  avvilente ed hanno l’obiettivo fin troppo scoperto di ribaltare il risultato del voto.

Fonte: Agi