MUSICA / Oscar Lirica, a Verona opsiti d’eccezione Placido, Ghini e Ricciarelli

MUSICA OSCAR LIRICA – Gli ha fatto eco Giordano Veronesi, presidente della Fondazione, affermando che l’opera lirica «non solo ha profonde radici nella storia italiana ed europea, ma ci consente anche di guardare al futuro grazie alle infinite possibilità interpretative che offre, alla nascita di nuovi talenti, di nuove voci». «Vogliamo, dunque – ha concluso il responsabile delle relazioni internazionali Ugo Fatini Del Grande – omaggiare questo mondo che costituisce una parte così rilevante nella cultura mondiale.» L’ evento, di rilevanza internazionale, sarà accompagnato dalla musica dell’orchestra de I Virtuosi Italiani, diretta da Pietro Mianiti e dal prestigio del Coro del Teatro Regio di Parma, sul palco insieme alle voci bianche del Coro A.Li.Ve. La sigla di apertura sarà a cura della RBR Dance Company, mentre la chiusura vedrà il coro dei Manos Blancas Venezuela-Italia, sostenuto da Claudio Abbado e che sarà rappresentato dalla fondatrice Naibeth Garcia e da Giannola Nonino. L’Oscar della Lirica ha ottenuto i patrocini della Presidenza della Repubblica, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero degli Affari Esteri, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Ministero del Turismo e Ministero della Gioventù, della Regione del Veneto, della Provincia di Verona, del Comune di Verona, della Camera di Commercio I.A.A di Verona, di Fedora e della Confederazione Italiana Associazioni e Fondazioni per la Musica Lirica e Sinfonica.

Adnkronos