PALLANUOTO / Italia, gli azzurri superano i campioni d’Europa del Montenegro

PALLANUOTO – Un’Italia così, negli ultimi anni, non l’avevamo mai vista. Dopo aver battuto i vicecampioni del mondo della Spagna, il Settebello supera i campioni d’Europa del Montenegro. E’ il segnale di un vento che sta cambiando: “I ragazzi ora sono consapevoli dei loro mezzi” gongola il c.t. Sandro Campagna, l’uomo chiamato a risollevare la pallanuoto azzurra dopo i Giochi di Pechino.
Contro i montenegrini, che la sera prima avevano messo sotto la Croazia, incuranti della bolgia di 5.000 tifosi di casa, Tempesti e compagni sfoderano una prova maiuscola, con pochissimi errori, sospinti dal solito immenso Felugo. Preziosissimo anche l’esordio di Figlioli, che domenica scontava un turno di squalifica. Come già avvenuto contro gli spagnoli, è il Settebello a condurre il match. Avanti pure di due gol (5-3 all’inizio del secondo tempo), bravi a non innervosirsi per qualche contestata decisione arbitrale (due rigori subiti in ”45”, per il 5-5 della squadra di Porobic) e a conservare freddezza anche nel momento del sorpasso avversario (9-10 in avvio della quarta frazione). Sono due siluri di Felugo e Presciutti a fissare il definitivo 11-10, tra gli sguardi increduli di chi ci credeva giunti in Croazia in gita di piacere. Ottima la percentuale in superiorità numerica (5 su 6).

Il passaggio del turno si avvicina, ma a questo punto diventa ancora più importante la sfida con la Romania (in programma venerdì) che pure ha battuto la Spagna. Mercoledì affronteremo la modesta Turchia, domenica ce la vedremo con i croati. Le prime di ogni girone vanno direttamente in semifinale, seconde e terze si incrociano nei quarti.

Fonte: Gazzetta.it