IRAN / Carla Bruni, governo iraniano disapprova insulti dei media alla première dame

IRAN – Il governo iraniano ha fatto sapere di ”non approvare” gli insulti di alcuni media iraniani contro la moglie del presidente francese Nicolas Sarkozy, Carla Bruni. Lo ha reso noto il portavoce del ministero degli Esteri, Ramin Mehmanparast. Sabato il quotidiano ultraconservatore Kayhan aveva definito la Bruni ”prostituta” dopo che la premier dame di Francia si era unita alla campagna in difesa di Sakineh Mohammadi Ashtiani, la donna condannata alla lapidazione con l’accusa di adulterio e omicidio.
Il giornale aveva spiegato che lo stile di vita della Bruni è ”immorale”.
Oggi il ministero degli Esteri ha fatto sapere che ”la Repubblica islamica non approva l’insulto contro i responsabili di altri paesi”. ”Spero – ha aggiunto il portavoce – che tutti i media faranno attenzione…. Si può criticare la politica ostile di alcuni paesi o il comportamento dei responsabili di altri paesi esprimendo la nostra protesta, ma non bisogna utilizzare parole insultanti, non è corretto”.

Fonte: Ansa