POKER / Wpt di Londra, vince l’inglese Cody, l’italiano Safina finisce quinto

Il vincitore Jake Cody

POKER – Non è mai facile tenere la testa di un torneo di poker dall’inizio alla fine. La chipleading logora chi ce l’ha, tranne rare eccezioni. E purtroppo se n’è reso conto anche il nostro Giovanni Safina, che dopo quattro giorni da dominatore del Wpt di Londra si è sciolto sul più bello, chiudendo al quinto posto. Per lui 50mila euro di premio, ma tanto amaro in bocca. Ha vinto il padrone di casa Jake Cody, 21enne che quest’anno ha già vinto l’Ept di Deauville.

SCONTRO FRONTALE — Safina, pro di Partypoker (organizzatore del World Poker Tour), si è scontrato faccia a faccia proprio con Cody, che l’ha eliminato. E’ capitato dopo che in un amen il 44enne avvocato palermitano si è trovato da chip leader a short. Quando ha alzato A-7 di quadri non ci ha pensato molto, andando all in: l’inglese, che poteva permettersi il call, l’ha chiamato con A-9. Dominato, Giovanni ha alzato bandiera bianca dopo un board privo di aiuti. Già in precedenza aveva perso molte chips sempre contro Cody, che aveva chiuso colore runner runner con A-J mentre fino al turn Safina era davanti con A-3.

DOMINIO — Da lì in avanti non c’è stata quasi più storia, con Jake in possesso di oltre il 50% delle chips rimanenti. L’heads up finale contro lo svedese Nichlas Mattsson lo vedeva partire in vantaggio per cinque milioni a due, in fiches. Mano conclusiva, piuttosto scritta: all in del nordico con A-Q, call immediato di Cody con coppia di donne. Solo assi o scale per ribaltare la situazione, ma niente di fatto: trionfo di “Neverbluff”, come viene chiamato l’inglese online, e assegno di 267mila sterline in tasca (320mila euro circa). Applausi, comunque, per Giovanni Safina: alla prima esperienza in un Wpt, è uscito comunque a testa alta.

Gazzetta.it