Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi

BERLUSCONI – La magistratura è ”intervenuta pesantemente” nella vita politica italiana mettendo ”a rischio la governabilità del paese”.
E’ quanto ha affermato il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, intervenendo al World Political Forum in Russia, ricordando gli anni di Tangentopoli.
Una parte della magistratura politicizzata ha ritenuto di ”poter ancora svolgere una sua opera mettendo sotto accusa con accuse assolutamente inventate i protagonisti della vita politica e quindi mettendo a rischio la governabilità del paese”.
Il premier ha sottolineato che si tratta di ”una situazione di oppressione della vita del cittadino ed è qualcosa che in una democrazia non può essere accettata, non deve accadere”.
Oltre all’oppressione della magistratura i rischi per una democrazia arrivano anche dall’oppressione fiscale e dall’oppressione della burocrazia. Su quest’ultima il presidente del Consiglio ha messo in risalto che ”lottare contro l’oppressione della burocrazia significa anche combattere contro la corruzione”.

Fonte: Asca