SUICIDIO SUL WEB / Gb, patto di morte: si accordano su internet e si uccidono insieme

SUICIDIO SUL WEB – ”Non ho la forza di farlo da sola”: una donna inglese trovata morta in un’auto con un uomo accanto conosceva ”solo da poche ore” il compagno del suo destino. Joanne Lee e Stephen Lamb si erano incontrati in una chat room per aspiranti suicidi dove avevano stretto un patto per ammazzarsi una vicino all’altro. ”Sono disperata. Lo voglio fare appena possibile”, aveva scritto Joanne, 35 anni di Great Notley nell’Essex e qualche giorno dopo aveva annunciato: ”Credo di aver trovato al persona giusta”.

Stephen, un autista di un anno piu’ giovane l’aveva raggiunta nel fine settimana dallo Yorkshire in una zona industriale vicino a casa e li’, in un parcheggio deserto, i due avevano dato seguito al loro tragico gesto. I corpi sono stati trovati in un’auto piena di gas – idrogeno solfito preparato nel bagno di casa – con biglietti attaccati ai finestrini che avvertivano della tossicita’ dentro l’abitacolo. Secondo il tabloid britannico ‘Sun’ che racconta la storia del ‘patto’, la Lee soffriva di un grave disordine alimentare e aveva usato il sito web per chiedere consiglio su come farla finita. ”Si sono incontrati poche ore prima della tragedia”, ha detto una fonte vicina alle indagini. La polizia dell’Essex ha definito le morti ”altamente inconsuete” e confermato che sostanze velenose sono state trovate dentro la macchina.

Fonte: Ansa