36ENNE MUORE IN OSPEDALE / Parma, il marito fa un esposto a carico di ignoti alla magistratura

36ENNE MUORE IN OSPEDALE – Una donna di 36 anni – Irina Sirbu, moldava, madre di un bambino di sei anni e di una bimba di quattro – e’ morta il 17 settembre all’ospedale di Parma per problemi cardiaci. La donna abitava da anni nella citta’ emiliana con il marito – Angelo Fanfulla, 49 anni, di Modugno (Bari), elettricista in un’azienda della zona – che ha presentato un esposto a carico di ignoti alla magistratura, perche’ faccia chiarezza sulla morte della moglie. ”Non credo che sarebbe finita cosi’, se non fossimo gente umile”, ha detto alla Gazzetta di Parma, che riporta la vicenda.

La donna, sabato 11 settembre si era rivolta per un dolore al petto al Pronto Soccorso dell’ospedale di Parma, dove le era stato diagnosticato un principio d’infarto. Al marito i medici hanno detto che la paziente era in gravi condizioni e hanno ipotizzato un trasferimento a Bologna ”dove c’e’ un centro piu’ avanzato”. Trasferimento che non c’e’ stato, anche perche’ tra lunedi’ e martedi’ le condizioni della donna sono migliorate. Ma mercoledi’ la signora ha avuto due nuove crisi. E venerdi’ 17 ha chiamato al telefono la sorella e il marito per avvisarli che stava per essere trasferita a Milano ”dove hanno piu’ mezzi che a Bologna”. Ma quando tutto sembrava pronto c’e’ stata una marcia indietro. ”Milano lo sconsiglia”, ha spiegato un medico al marito aggiungendo che avrebbero inserito una sonda per ”un apparecchio che aiuti il cuore”. Alle 17 e’ stato annunciato l’ arrivo di un anestesista che pero’ – ha detto il marito – non si e’ visto. Alle 20 un’altra crisi: ”dobbiamo fermare il cuore e collegare sua moglie a un cuore meccanico in Rianimazione”, hanno spiegato all’uomo. ”Non credo che ce la faccia”, gli ha detto un medico piu’ tardi. Alle 23.20, la morte.

Ansa