SETTIMANA DELLA MODA / Landi: “Che delusione l’esclusione di Elena Mirò dalle sfilate”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:21

SETTIMANA DELLA MODA – “Non so perche’ e’ successo e non voglio alimentare le polemiche. Ma a chi me lo chiede non posso che dirmi molto, molto amareggiato” per l’esclusione di Elena Miro’ dal calendario ufficiale delle sfilate della Settimana della moda di Milano. Landi di Chiavenna, assessore alla Salute del Comune, paladino della lotta contro l’anoressia in passerella, non nasconde la delusione per il ‘bando’ della griffe delle taglie morbide dall’agenda della Milano Fashion Week.

“Non conosco le motivazioni tecniche della decisione, quindi non mi permetto di esprimere giudizi avventati e superficiali”, precisa Landi all’Adnkronos Salute. Ma per l’assessore “si e’ trattato di una grave disattenzione”. Sulle taglie ’46 e dintorni’ targate Miro’ i riflettori si sono accesi ieri, comunque in grande stile: duemila invitati e parterre affollato di volti noti, dalla decana dei giudici di ‘X Factor’ Mara Maionchi alla new entry Elio, da Afef alla direttrice di Vogue Italia Franca Sozzani. Lo show della Miro’ non andava messo in ombra, bensi’ “valorizzato anche con una presenza massiccia istituzionale”, incalza Landi. “Sarebbe stato un bel segno – aggiunge – un messaggio positivo” in linea con i valori sostenuti dal Tavolo ‘Moda e salute‘, promosso da Palazzo Marino con l’adesione di Assem (Associazione servizi moda) e della stessa Camera della moda presieduta da Mario Boselli.

Adnkronos