AFGHANISTAN / Attacchi kamikaze base Nato, portavoce Isaf conferma attentati suicidi nel sud est del paese. Sotto al mirino la base operativa di Gardez vicino al Pakistan

AFGHANISTAN – Diversi attentati suicidi sono stati sferrati contro una base Nato nel sud est dell’Afghanistan.
Lo riferiscono funzionari della Nato e afghani precisando che almeno due ribelli sono rimasti uccisi. Un portavoce dell’Isaf ha detto che l’obiettivo dell’attacco era la base operativa di Gardez, nella provincia di Paktia, non lontano dal confine con il Pakistan. 
”Abbiamo ricevuto un tentativo di attacco nella base operativa di Gardez e abbiamo avuto l’informazione che due nemici che indossavano giubbotti esplosivi sono stati uccisi”, ha detto il portavoce dell’Isaf James Judge. Un portavoce del governatore di Paktia, Rohullah Samon, ha affermato che la base è stata attaccata da diversi ribelli armati e da kamikaze.
”Un attentatore suicida si è fatto esplodere a bordo della sua auto all’ingresso della base, nel tentativo di aprire un varco per l’ingresso degli altri ribelli”, ha spiegato Samon aggiungendo che due ribelli sono stati uccisi e un soldato e una guardia della sicurezza afghana sono stati feriti.
Zabihullah Mujahid, un portavoce talebano, ha detto che 10 dei loro sono stati coinvolti nell’attacco e che alcuni di loro sono riusciti ad entrare nella base.

Fonte: Ansa