MINACCE A MAGISTRATO / Lucera, in corso le indagini

MINACCE A MAGISTRATO – Potrebbe approdare alla Procura di Lecce il fascicolo sulle minacce che ieri ha ricevuto Domenico Seccia, il magistrato che, mercoledi’ prossimo, si insediera’ ufficialmente nell’ufficio di capo procuratore di Lucera. Al magistrato che attualmente coordina la procura antimafia di Bari ieri mattina e’ stata fatta recapitare al tribunale di Lucera una lettera contenente delle minacce di morte e un proiettile di pistola.

Le indagini al momento sono coordinate direttamente dalla procura di Lucera anche se, quasi sicuramente, essendo Seccia un magistrato della corte d’appello di Bari le indagini – come prescrive la legge – andranno alla procura di Lecce competente per territorio. Al magistrato barese, da tempo sotto scorta, sono giunte le manifestazione di solidarieta’ del sottosegretario all’Interno, Alfredo Mantovano, e del presidente della provincia di Foggia, Antonio Pepe. Non e’ la prima volta che Domenica Seccia riceve delle minacce. Il cinque ottobre del 2006 al termine di una udienza, in corte d’assise a Foggia, del processo “Free Valley” agli appartenenti a due clan mafiosi operanti a San Marco in Lamis, un familiare di uno dei presunti capi avvicino’ il magistrato minacciandolo di morte.

Agi