SANDRA MONDAINI / Raimondo Vianello, la nipote Virginia dichiara: “Vorrei vedere Sandra e Raimondo insieme”

Raimondo Vianello e Sandra Mondaini

SANDRA MONDAINI – “Sono commossa per l’affetto di tanti italiani. Appoggio l’idea di far riposare uniti i miei zii. Ma dobbiamo rispettare la loro volontà”. E’ emozionata la nipote Virginia Vianello. Il suo è l’ultimo sì alla proposta lanciata da Tgcom per seppellire insieme la coppia dello spettacolo. “Vorrei vederli ancora vicini, ma dobbiamo ricordare che Raimondo aveva chiesto di riposare nella cappella di famiglia del Verano a Roma e che Sandra voleva stare vicino alla madre. Ringrazio tutti, comunque, per l’amore che dimostrano ancora verso i miei zii”.

“Coppia nella vita e nello spettacolo. Per sempre. Per tutti noi”. Matteo è una delle quasi 4000 persone che hanno lasciato un commento alla nostra petizione.
Dopo la morte di Raimondo Vianello Sandra ha resistito, aggrappata a una vita che ormai non considerava più felice, fino alla scorsa settimana. Poi ci ha lasciato. Aveva chiesto di riposare a Milano. E così è stato. Ora è a 600 km di distanza dal suo Raimondo, nel cimitero di Lambrate.
“Sono stati un esempio di vita ed il loro amore mi ricorda tanto quello dei miei genitori che adesso non ci sono più”. Come mamma e papà. Per Giovanna, come per tanti altri che ci hanno scritto, Sandra e Raimondo erano più che semplici personaggi dello spettacolo: sembravano abitare nelle case degli italiani. Entravano con ironia e lasciavano tanto affetto. Insieme. E’ per questo che migliaia di persone hanno risposto al nostro appello. Un entusiasmo dalle proporzioni inattese, per un’iniziativa giusta e partita in sordina. E invece ci hanno scritto in tanti. Commenti di ogni tipo, anche fuori argomento. Un modo per ricordare, avere la sensazione di poter parlare un’ultima volta a una coppia amata. “Un abbraccio verso il cielo a voi”, scrive Milena. La speranza che in cielo siano uniti per sempre non placa nei nostri lettori il desiderio di lasciarli riposare insieme anche in terra. Centinaia di accorati appelli, qualche critica e pochi no. Un sì, importante e autorevole, è arrivato dal sindaco di Milano, Letizia Moratti. “Sì, Sandra e Raimondo uniti insieme al Famedio, il pantheon dei cittadini illustri milanesi al cimitero Monumentale, se la famiglia lo vorrà…”.

Ora la palla passa alla famiglia, che, se d’accordo, dovrà dribblare anche la burocrazia, trovare una intesa che tenga conto della tradizione (Raimondo Vianello riposa in una cappella di famiglia a Roma) e della volontà espressa di Sandra Mondani (rimanere a Milano). Una famiglia allargata la loro, fatta da parenti acquisiti e di sangue, divisi da questioni ereditarie, antiche ruggini e nuove incomprensioni.
Non sappiamo se troveranno il modo di andare d’accordo, ma questa iniziativa potrebbe essere il primo passo per riappacificare tutti quelli che hanno voluto bene a Sandra e Raimondo.
Hanno passato una vita a stuzzicarsi e ad amarsi. Ora da lassù rideranno sicuramente della pochezza dei mortali. Ma, dietro a una nuvola, s’abbraccerebbero a vedere i loro corpi vicini, ancora una volta.

Fonte: tgcom