RIFIUTI NAPOLI / Bertolaso, capo protezione civile invitato a Mattino5: parlare di fallimento rispetto alla mia gestione emergenza è strumentale e non corrispondente al vero

Guido Bertolaso

RIFIUTI NAPOLI – “Facciamo una pessima figura a livello internazionale”. Il capo del dipartimento della Protezione civile definisce così, ai microfoni di Mattino5, parla in questi termini della nuova emergenza rifiuti a Napoli. “Si tratta di un’emergenza economica e finanziaria – premette – da parte di coloro che devono pagare gli stipendi a quelli che hanno la responsabilità di portare via la spazzatura. Dire che c’è stato il fallimento di quella che è stata la mia gestione dell’emergenza, mi pare sia abbastanza strumentale e sicuramente non corrispondente al vero. Il resto è solo una sensazione di grande amarezza e delusione perché uno ha lavorato giorno e notte come un pazzo per risolvere problemi e poi ci ritroviamo con la spazzatura nelle strade e con la gente che ovviamente si avvilisce”.
“Bastava poco per trovare il sistema di pagare gli stipendi ai lavoratori, il problema non ci sarebbe stato. Strano che ciò accada in un periodo particolarmente critico dal punto di vista politico. Andreotti diceva che a pensar male si fa peccato ma ogni tanto si indovina pure…”.
E’ il capo del dipartimento della Protezione civile, Guido Bertolaso, a parlare dell’emergenza rifiuti a Napoli intervenendo a “Mattino5” su Canale 5.
“Non voglio fare supposizioni – aggiunge – registro solo che il problema del pagamento dei netturbini di Napoli e’ un problema ciclico, noi abbiamo sempre segnalato questa situazione drammatica. La società che di fatto appalta la raccolta della spazzatura vanta un credito di 150 milioni di euro dal comune di Napoli. Finora è andata fin troppo bene, sono cose risapute, ne abbiamo parlato tante volte ed ecco come è stato risolto il problema: con la spazzatura nelle strada”.

Fonte: Agi