PAKISTAN / Soldati uccisi, dopo raid elicotteri, autorità pakistane bloccano rifornimenti a truppe Nato

PAKISTAN – Le autorità pachistane hanno fermato i rifornimenti militari inviati alle truppe Nato presenti in Afghanistan che transitano attraverso il proprio territorio. La decisione appare come una conseguenza del raid eseguito da due elicotteri della Nato che hanno lanciato missili contro una postazione pachistana di confine, uccidendo tre soldati.
L’ordine, arrivato da Islamabad, è stato quello di fermare tutti i camion che trasportano benzina e pezzi di ricambio in cammino verso il posto di confine di Torkham, dove sono diretti per poi entrare in Afghanistan.
Nell’attacco contro la postazione di Mandato Khando, del distretto tribale di Kurram, sono rimasti anche feriti altri tre soldati.
“Le nostre forze hanno adottato le necessarie misure di sicurezza per rispondere a questi atti di aggressione, che verranno resi noti molto presto”, ha affermato un alto ufficiale del Corpo di Frontiera, cui appartenevano i soldati colpiti.
L’episodio di oggi giunge dopo che il Pakistan ha denunciato con forza altri due attacchi da parte di elicotteri della Nato contro obiettivi nel proprio territorio.
Gli attacchi si inseriscono nel quadro di una recente intensificazione delle azioni americane contro i talebani che si nascondono nelle zone tribali pakistane alla frontiera con l’Afghanistan per condurre attacchi oltreconfine.

Fonte: Adnkronos