AGRICOLTURA / Italia leader biologico, giro d’affari pari a 3 miliardi di euro l’anno. La biodomenica supera i confini nazionali

AGRICOLTURA – Con una superficie bio di circa 1 milione di ettari e un giro d’affari di 3 miliardi di euro, l’Italia si conferma tra i paesi leader del biologico, seconda in Europa solo alla Spagna davanti a Germania, Gran Bretagna e Francia.
A ricordare il valore e le cifre del mercato biologico sono Aiab, Coldiretti e Legambiente che per l’undicesimo anno sono tornate insieme nelle piazze italiane con la Biodomenica, la campagna di sensibilizzazione che promuovere il consumo di prodotti bio con mercati, mostre e degustazioni in Italia.
Il Bel Paese è superato dal quello iberico per la maggior superficie a pascoli e boschi ma rimane al primo posto sia per le superfici destinate a coltivazioni che per il numero di aziende agricole che hanno scelto i metodi bio.
Negli ultimi anni, sottolinea l’associazione, l’agricoltura biologica ha fatto registrare un sensibile sviluppo anche a livello mondiale con tassi di crescita media dal 10 al 20% annuo.
Solo nel 2009 la superficie coltivata senza sostanze chimiche di sintesi è cresciuta di 3 milioni di ettari raggiungendo i 35 milioni complessivi e le vendite sono aumentate di oltre 3 miliardi di euro. Un mercato mondiale che vale piu’ di 40 miliardi di euro e che coinvolge 1 milione e 400mila aziende in 154 Paesi.
Il tema di quest’anno è stato il ‘biologico glocal’, ovvero un biologico che sapendo valorizzare al meglio le risorse naturali, il sapere e l’economia locale puo’ essere una grande opportunita’ di risposta alla crisi a livello globale.
E così la Biodomenica per la prima volta ha varcato i confini nazionali e per l’edizione 2010 e’ sbarcata in Senegal, Bolivia, Spagna, Francia e Australia.
Anche in questi Paesi i consumatori hanno incontrato i produttori e hanno potuto scoprire i vantaggi dei prodotti bio. E sono sempre piu’ numerosi quelli che scelgono attentamente cio’ che mangiano: nel primo trimestre del 2010, il mercato degli alimenti biologici in Italia è cresciuto segnando un’espansione annua del 9%.
Secondo l’Ismea i prodotti biologici più consumati rimangono le uova, il latte fresco e lo yogurt e continua a salire la domanda per l’ortofrutta, le bevande, il miele e il pane.
Questi e molti altri prodotti sono stati i protagonisti della Biodomenica che a richiamato in tutta Italia migliaia di persone a degustare le migliori produzioni biologiche, tipiche locali: a Roma il vino dei Castelli, a Genova il pesto biologico, a Napoli la pizza fatta con ingredienti bio, a Firenze l’olio e il farro e poi pane, miele, marmellate e ogni genere di prelibatezza. E ancora prodotti bio di qualità anche a Trapani, Cagliari, Milano, Ferrara, Bari, Potenza, Pescara e in tante altri citta’ italiane.

Fonte: Adnkronos