MONDIALI DI CICLISMO / Oro di Hushovd, Pozzato vicinissimo al podio (quarto)

MONDIALI  DI CICLISMO – Bettini si era immaginato un pò tutta la corsa, magari con un finale diverso. «Mi sono immaginato una corsa di questo tipo e, infatti, è stato distribuito tutto il potenziale in gara. I miei complimenti a tutti i ragazzi, bisogna riconoscere comunque che esistono gli avversari. Hushovd ha dimostrato di essere il più forte. Peccato per la medaglia. Come è andata la prima da ct? Nervosa…», conclude Bettini. «Abbiamo cercato di fare una corsa più dura possibile. Purtroppo però non è sempre possibile arrivare a medaglia anche se dai il massimo. Peccato, perchè abbiamo corso tutti con il cuore», dice il vincitore della Vuelta di Spagna, il messinese Vincenzo Nibali, giunto solo 40esimo ai Mondiali australiani ma dopo aver lavorato per la squadra in una gara non adatta alle sue caratteristiche. Complimenti a tutti infine da parte di Renato Di Rocco, presidente della Federciclismo. «Una grande squadra dove tutti hanno dato davvero tanto sentendosi parte di una strategia ben curata». L’Italia resta ai piedi del podio: il migliore è stato Filippo Pozzato, solo quarto a pochi centimetri dal terzo posto. Il n.1 del ciclismo italiano è comunque soddisfatto: «Complimenti al ct Paolo Bettini che ha composto una squadra perfetta seguendo il suo progetto», dice Di Rocco.

Adnkronos