FINLANDIA / Guerra alle sigarette

FINLANDIA – La Finlandia dichiara guerra al tabacco, e lo fa con la determinazione di chi vuole vincere la battaglia. Dal 1 ottobre sono infatti in vigore una serie di misure severissime: anzitutto per chi fornisce a minorenni prodotti a base di tabacco è prevista da un’ammenda al carcere fino a sei mesi. I proprietari di edifici e condomini potranno proibire il fumo nelle vicinanze delle aree gioco per i bambini, ma anche sui balconi degli appartamenti. Divieto di fumo inoltre anche negli spettacoli all’aperto, e vietato acquistare o vendere tabacco su internet. Il ministro degli Affari sociali e della Salute Ismo Touminen spiega che “l’idea è quella di limitare la presenza e la visibilità del tabacco, per evitare che bambini e giovani prendano il vizio”. Già scandita la tabella di marcia per gli anni a seguire: dal 2012 la vendita di tabacco su licenza sarà concessa solo ai maggiorenni, e negli esercizi commerciali non sarà più consentito esporre sigarette; dal 2015 spariranno i distributori automatici di sigarette. L’obiettivo del governo è di rendere la Finlandia un paese senza più sigarette entro il 2040. In Finlandia dal 1995 è vietato fumare nei luoghi di lavoro, negli edifici pubblici e sui trasporti pubblici. Bar e ristoranti sono stati inclusi nelle restrizioni nel 2007. Da più di trent’anni in Finlandia sono vietate le pubblicità delle sigarette.

 Antonio Scafati