L'attore George Clooney

HOLLYWOOD – I giornali di gossip lo esaltano. I critici lo affondano. Il botteghino conferma il tonfo. George Clooney non convince. Gli ultimi dati sugli incassi danno il suo “The American” in caduta libera. Precisamente alla posizione 17. Che poi, diciamolo, non è un numero così fortunato. Come non sembra fortunata, ultimamente, la sua – finora strepitosa – carriera. E i maligni già pensano che sia colpa della Canalis.

Perché da quando il bel George ha conquistato le copertine dei rotocalchi in coppia con l’ex velina nostrana, nulla è stato come prima.
Il film “Up in the air” avrebbe dovuto metterlo in allerta. Anche allora, come oggi, pessime notizie dalle sale e giudizi poco lusinghieri sui giornali. Nemmeno la scena hot con Violante Placido ha incoraggiato i più restii ad andare al cinema. Perché Clooney, ormai, è un marchio che non convince più. Mentre sono tutti lì a chiedersi quando sposerà la Canalis o quando farà di nuovo visita ai genitori di lei. Gossip all’altezza di un tronista più che di una star di Hollywood.

I tempi d’oro di Ocean o di Syriana sono solo un ricordo : ora è la stagione di Chi, Novella 2000, Eva e Visto.
D’altronde lo ha detto anche Elisabetta: “Per me George è meglio della chirurgia plastica”. Per lui, lei, invece, sembra essere una zavorra. Una palla al piede che non gli permette più di spiccare il volo.
Un copione già scritto, o così sembra: perché ogni volta che c’è di mezzo la Canalis nella vita di un uomo, i guai sono assicurati. Su Facebook ne sono certi i fan che hanno aderito al gruppo “La Canalis porta sfiga agli uomini ma è bella”.

Una polemica cominciata già nel 2004, quando lei faceva coppia fissa con Bobo Vieri. Il calciatore più pagato della serie A finì presto per dare l’addio al calcio.
Nella primavera 2007 toccò a Valentino Rossi. La stampa rosa documentò il flirt con tanto di foto. E dopo qualche mese il Dottore scivolò sul Fisco. Le fan dello sportivo si sfogarono sul web: “La Canalis porta sfiga”.
L’anno dopo, stesso film con Reginaldo, all’epoca ala del Parma. Ne fece le spese la squadra, finita in serie B come una star decaduta.
Ma Clooney non si preoccupi. Sono solo coincidenze.

Fonte: tgcom