JUVENTUS / L’angolo del tifoso, una squadra di cui andar fieri, finalmente

JUVENTUS L’ANGOLO DEL TIFOSO –
Dopo dieci minuti il conto dei calci d’angolo era 6-0 per l’Inter, e il tifoso juventino si aspettava già di subire. Invece è venuta fuori la migliore Juventus degli ultimi due anni, da quando la squadra di Ranieri andava a fare razzia sui campi delle big.
Dei bianconeri è piaciuta l’applicazione tattica, figlia dell’ossessivo lavoro di Gigi Del Neri. I difensori sono riusciti finalmente a far vedere che valgono, e i centrocampisti hanno dato loro una mano. In contropiede poi i bianconeri sono stati pungenti, arrivando pure al goal (annullato giustamente per fuorigioco) con Vincenzo Iaquinta. Milos Krasic ha giocato la solita partita, di quantità e qualità. Ottimi a centrocampo la qualità espressa da Aquilani, e la quantità di Felipe Melo. Bene De Ceglie, Grygera e Motta che hanno garantito copertura sulle fasce. Ottima la prova di Quagliarella che ha dato profondità.
I bianconeri escono da questa partita con la consapevolezza di poter dire la sua.

I VOTI :
Storari 7: Esce da padrone dell’area, in mezzo ai pali è un guerriero. Il portiere contribuisce a questo buon risultato, soprattutto quando Eto’o inzucca a botta sicura e lui urla “MIA”
Chiellini 7: Il padrone della retroguardia, si fa sentire dai compagni di reparto. Diventa il leader in partite di questo calibro, ma dovrebbe mantenere la leadership anche in altre.
Bonucci 7: Anche lui alla grande guida la difesa. Si perde a volte Eto’o, ma il futuro è roseo.
De Ceglie 6.5: Il terzino sta migliorando, dopo City anche stasera. Certo che si perde Milito a fine primo tempo, e la squadra va quasi sotto. Del Neri lo cambia per lo stato fisico, ma se giocasse sempre così dovrebbe essere titolare.
Motta 6.5: Entra col compito di non fare quello fatto finora. E Ken, così lo chiamano i tifosi per la rassomiglianza con il compagno di Barbie, si impegna per farlo. Ci riesce, prendendosi i meriti.
Grygera 7: Forse il migliore della retroguardia, dopo i disastri dell’anno passato nessuno si aspettava diventasse l’ago della bilancia.
Krasic 7: Ottima partita del serbo che quando prende palla nessuno lo vede più. Sembra che Chivu abbia chiamato l’assistente sociale, e Benitez l’ha aiutato con Santon. Alla lunga non cala, e quasi quasi fa pure goal.
Aquilani 6.5: Ottima partita dell’ex Liverpool, che sembra venuto a Torino per dare geometrie. Se continuerà così, presto lo vedremo con una casacca azzurra addosso.
F.Melo 7: Il centrocampista della Juve è il leader, alza un muro davanti alla difesa. Nessun errore di lucidità, come l’anno passato, i tifosi lo amano.
Marchisio 6.5: Ottima partita oscura del principino. Gioca da esterno coprendo le scorribande di Maicon. Forse la scelta vincente di Del Neri.
Quagliarella 6.5: Gli manca solo il goal, ma ci prova come può. Forse li davanti è un pò isolato, ma gioca una buona partita.
Iaquinta 6: Forse quello più in ombra, sembra stanco dopo 30 minuti. Corre in una maniera spaventosa, ma forse in questo momento Amauri sarebbe servito e molto.

Del Neri 7: Ha trasformato la Juventus, e dietro sta lavorando molto. Il colabrodo di inizio stagione sta diventando l’armata brancaleone. Se riuscirà ad alzare più spesso questo muro, porterà a casa belle soddisfazioni.

Matteo Fantozzi