SBATTE FIGLIO 3 MESI A TERRA – Per sottrarsi alla cattura sbatte il figlio di tre mesi a terra: il piccolo, per fortuna, non è grave, ma viene tenuto ancora inoaaservazione in ospedale.
E’ Accaduto a Macerata, quando gli agenti della Squadra Mobile sono andati ad eseguire un ordine di carcerazione a carico di M.G., napoletano di 27 anni, per rapina, detenzione di armi, furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. L’uomo, che deve scontare 2 anni e 9 mesi di reclusione per sentenze passate in giudicato in relazione a quei reati, alla vista dei poliziotti ha scagliato violentemente a terra il bimbo ed è scappato, per essere acciuffato poco dopo.
A quel punto è intervenuto il padre, che per liberare il giovane si è opposto con tutte le sue forze agli agenti cadendo infine a terra e andando a urtare con la testa contro il parafango dell’auto della polizia.
Arrestato, è stato subito trasportato al pronto soccorso per essere medicato. Padre e figlio sono finiti in carcere, uno a Camerino, l’altro ad Ancona. M.G. dovrà ora rispondere anche di resistenza e violenza a pubblico ufficiale e per maltrattamento di minori.

Fonte: Ansa