ANDREA GRISOTTI / Chirugia estetica, il professore dichiara: “I ritocchini dei vip? Serve prudenza”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:06

 

ANDREA GRISENTI – La cultura del ritocchino dilaga. Visi martoriati da lifting, filler, botox e iniezioni invadono sempre più i salotti della televisione e il motto belli a tutti i costi è diventato praticamente un must. Da Elena Santarelli ad Alba Parietti, passando per le internazionali Nina Moric e Megan Fox, nessuna ha resistito alla tentazione. Solo che non tutti gli interventi vanno a buon fine. Insomma, serve molta prudenza. Soprattutto, spiega a Tgcom Andrea Grisotti, responsabile della Unità Operativa di Chirurgia Plastica presso la Casa di Cura S.Pio X di Milano, “è una questione di sicurezza. Bisogna essere certi della serietà della struttura alla quale ci si rivolge”.

Professore, ormai sempre più donne hanno in comune almeno un paio di sedute dal chirurgo estetico. Sembra che sia diventato quasi necessario farsi ritoccare, altrimenti si corre il rischio di non essere al passo con i tempi. Come mai?
 “Non è una novità. Sono anni che la chirurgia estetica si pratica frequentemente, solo che adesso i ritocchi sono troppo evidenti, Visi deturpati, labbra sproporzionate, fronti spianate: insomma questo è innaturale perciò balza particolarmente all’occhio del pubblico”

Se dovesse sconsigliare un intervento in particolare quale sarebbe? C’è un limite da non valicare?
“La maggior parte degli interventi si fanno con buoni risultati, perché fondamentale non è tanto l’intervento in sé, quanto la struttura. Ritocchini a livello di filler e botulino sono pressoché innocui ma devono essere fatti nel posto giusto”.

Cosa devono verificare coloro che vogliono farsi un intervento di chirurgia estetica?
“La serietà e l’affidabilità della struttura, l’ambiente, la preparazione del chirurgo: sono tutte problematiche che stanno venendo fuori in tutta Europa”.

Quindi ci sono dei rischi?
“Tutti gli interventi potrebbero avere eventuali conseguenze, per questo è necessario rivolgersi sono a strutture affidabili e certificate”.

Quali sono mediamente i costi di questi ritocchino? Sono accessibili anche alla gente ‘comune’?
“Botulino e acido ialuronico, ad esempio, hanno bisogno di almeno un paio di applicazione l’anno: ognuna costa mediamente 400 euro, quindi sono abbastanza costosi”.

Fonte: tgcom