TREZEGUET CONTRO DOMENECH / “Per lui provo solo pietà”

TREZEGUET CONTRO DOMENECH –
“Quando è diventato allenatore della Nazionale Maggiore, è cambiato. Prima, aveva dei principi ed era molto più calmo. Ci sono allenatori che sanno gestire i media ed altri che non lo sanno fare: Domenech appartiene alla seconda categoria, sono sicuro che amava vedere le sue foto e le sue parole sui giornali. Ha voluto mettersi in mostra, ma è scivolato ed ora il calcio francese sta soffrendo per colpa sua. Non so nemmeno cosa pensare di lui, probabilmente pietà. Ho anche rabbia, di sicuro, ho dovuto lasciare la Nazionale perché non ero adatto per Domenech. Non sono una persona che ama i conflitti, così ho preferito prendere l’iniziativa, piuttosto che sopportare il personaggio che lui aveva creato. Nella mia carriera, ho avuto allenatori di altissimo livello come Tigana, Jacquet, Capello, Lippi e poi ho avuto Domenech. Dopo aver conosciuto i più grandi, è difficile accettare le scelte di chi non ha mai vinto qualcosa”.

Matteo Fantozzi