ALLARME POVERTA’ / Cei, il paese è bloccato, bisogna investire sul welfare, in particolar modo sulla famiglia

ALLARME POVERTA’ – L’Italia e’ ”in una situazione di stallo ed e’ necessario, per evitare una caduta libera, investire a tutto campo, a cominciare dalla famiglia”, un’istituzione essenziale per la tenuta del tessuto sociale.

Lo ha detto il segretario generale della Cei, Mariano Crociata, alla presentazione del rapporto Caritas su poverta’ ed esclusione sociale.

Per il presule non si tratta solo di una ”questione di assistenza ma di una questione di giustizia, di dignita’ e di liberta”’. ”Sempre piu’ – ha aggiunto il segretario dei vescovi – a vivere in poverta’ sono persone e famiglie che non sembrano povere anche perche’ nascondono la loro improvvisa precarieta”’, per ”proteggersi da giudizi e pregiudizi”.

”Il nostro sistema – ha concluso mons. Crociata – e’ un sistema che non riesce piu’ a tutelare in maniera dignitosa le fasce deboli”.

Asca