PRIMO DOCUMENTARIO INDIGENO SUI CAMBIAMENTI CLIMATICI / Proiettato all’imagiNATIVE Festival di Toronto, diretta webcast sul sito di Isuma TV (guarda il trailer)

PRIMO DOCUMENTARIO INDIGENO SUI CAMBIAMENTI CLIMATICI – Verrà proiettato al festival “imagiNATIVE” di Torono sabato 23 ottobre e in diretta webcast sul portale di Isuma Tv il primo documentario sui cambiamenti climatici girato da un popolo indigeno, gli Inuit, e prodotto da Isuma Productions.

Fondata negli anni ’80 dai registi Zacharias Kunuk, originario del territorio Inuit del Nunavut in Canada, e Norman Cohn, americano di New York, la Isuma Producitons ha ottenuto negli anni numerosi successi a livello mondiale: il film “Atanarjuat/The Fast Runner” ha vinto il premio “Caméra d’or per la migliore opera prima” all’edizione 2001 del Festival di Cannes, raggiungendo in quello stesso anno i maggiori incassi della stagione cinematografica canadese; The Journals of Knud Rasmussen, film del 2006, è stato il primo film in HD al mondo e in Italia ha vinto l’Alba Film Festival.

Nel gennaio del 2008, la Isuma Producitons ha lanciato Isuma TV, un network multimediale, interattivo e indipendente per registi indigeni di tutto il mondo, una TV 24/7, sempre “aperta” e in grado di far conoscere in tutto il mondo un artista dislocato nei luoghi più remoti del nostro pianeta.
In soli due anni sono già centinaia i filmati in streaming e in download presenti sul portale, con un impatto e un’interattività tali che Isuma TV ha raggiunto in meno di un anno tre milioni di visitatori.
L’obiettivo del portale è quello di unire le persone e raccontare storie.

L’ultimo lavoro della Isuma Productions è il documentario “Qapirangajuq: Inuit Knowledge and Climate Change”, sui cambiamenti climatici, che verrà trasmesso al festival cinematografico “imagineNATIVE 2010” di Toronto ed anche in webcast dal vivo sul sito della Isuma Tv cliccando su http://www.isuma.tv/hi/en/inuit-knowledge-and-climate-change alle ore 19.00 ora di Toronto (e cioè alle 3 del mattino del 24 ottobre, in Italia). Il nuovo film della Isuma porta lo spettatore “sul terreno” dove anziani, cacciatori e abitanti esplorano gli impatti sociali ed ecologici dell’Artico che si riscalda.
E’ un documentario che mette in evidenza una questione fondamentale: il riscaldamento globale è un tema relativo ai diritti umani.

Alla fine della proiezione di 54 minuti, i due registi Zacharias Kunuk e Ian Mauro risponderanno alle domande sia del pubblico in sala che di quello a casa via Skype.

Da: “IL SAPERE INUIT E I CAMBIAMENTI CLIMATICI”, di Davide Sapienza pubblicato sul sito “La poesia e lo spirito”.

Il Trailer di “Qapirangajuq: Inuit Knowledge and Climate Change”