FIAT / Costantini (Idv), “Marchionne offende l’Abruzzo e gli operai Sevel”

FIAT – «La Sevel è l’insediamento industriale che negli ultimi decenni, direttamente e/o indirettamente, ha ricevuto in Abruzzo la maggiore quantità di sostegno pubblico e comunque una quantità di agevolazioni mai riservata a nessun altro operatore economico regionale». Sulle parole dell’ad della Fiat interviene anche Carlo Costantini, ex candidato Idv alla Regione Abruzzo. «Ci ha guadagnato il territorio, con l’intera società abruzzese, ma ci ha guadagnato moltissimo anche il Gruppo FIAT – insiste Costantini – Per questo ritengo che le dichiarazioni di Marchionne offendano, per la parte relativa alla SEVEL, una intera regione, i suoi lavoratori e soprattutto le migliaia di piccoli operatori economici che negli anni, senza aiuti economici di alcun genere, senza cassa integrazione, senza alcun ombrello protettivo, hanno saputo portare avanti le loro aziende; operatori economici che oggi, ridotti allo stremo dalla crisi, non hanno come Marchionne un palco dal quale lanciare strali e giudizi sommari contro la Fiat, per le risorse pubbliche che per decenni ha sottratto ad altre iniziative imprenditoriali, che sono andate avanti da sole». «La verità è che se il mondo è cambiato improvvisamente, la responsabilità non è certo dei lavoratori, ma di una azienda che forse non ha saputo prepararsi per tempo ed ancor più di un Governo che ha costretto per anni il Parlamento ad occuparsi dei problemi di un solo cittadino e non di tutto quello che nel frattempo gli accedeva e gli continua ad accadere attorno», chiude l’Idv.

Ansa