CARCERE DURO PER IL BOSS MESSINA / Il ministro Alfano ha disposto il regime di 41 bis

Il ministro della Giustizia Angelino Alfano

CARCERE DURO PER IL BOSS MESSINA – Trattamento di carcere duro secondo le disposizioni dell’art. 41 bis dell’ordinamento penitenziario per il boss mafioso Gerlandino Messina, arrestato sabato scorso.
Il ministro Guardasigilli Angelino Alfano, nel firmare il provvedimento, ha dichiarato di voler dedicare questo decreto alla memoria del maresciallo Giuliano Guazzelli, carabiniere “onesto, valoroso ed eccellente esperto del fenomeno mafioso” e del sottufficiale della Polizia Penitenziaria Pasquale Di Lorenzo, ucciso su mandato della ‘cupola’ per punizione nei confronti del Corpo di appartenenza.
Ne dà notizia il Ministero della Giustizia.

 Fonte: Apcom.net