Caso Ruby, ascoltato l’ex questore di Milano Vincenzo Indolfi

CASO RUBY, ASCOLTATO L’EX QUESTORE DI MILANO VINCENZO INDOLFI – E’ stato ascoltato oggi come testimone dal procuratore aggiunto di Milano Ilda Boccassini l’ex questore Vincenzo Indolfi. La testimonianza di Indolfi è stata richiesta nel quadro del ‘caso Ruby‘, per far luce su quanto accaduto negli uffici di via Fatebenefratelli nella notte tra il 27 e il 28 maggio scorsi, quando la ragazza marocchina -il cui vero nome è Karima el Mahroug– venne trattenuta in Questura e successivamente affidata alla consigliera regionale della Lombardia (nonché ex igienista dentale del premier Silvio Berlusconi) Nicole Minetti. Proprio in quelle ore, infatti, una telefonata giunta da Palazzo Chigi identificava la stessa Ruby come la nipote del presidente egiziano Hosni Mubarak; nel corso della chiamata si segnalava inoltre l’arrivo imminente della Minetti, offertasi di prendere in affido la giovane.
L’ex questore Indolfi è stato dunque sentito negli uffici della polizia giudiziaria assegnata alla Procura, in piazzetta Umanitaria, non molto lontano dal Palazzo di Giustizia di Milano, ed ha lasciato la palazzina poco dopo le 13.00.

Tatiana Della Carità