Maltempo: la Coldiretti lancia l’allarme per l’innalzamento del fiume Po

MALTEMPO INNALZAMENTO FIUME PO – “Il livello idrometrico del fiume Po è salito di quasi 2 metri in un solo giorno per effetto delle intense precipitazioni che hanno accompagnato l’ondata di maltempo”.
E’ quanto emerge da un monitoraggio della Coldiretti a Pontelagoscuro verso la foce del Po dopo che proprio a causa degli attuali livelli idrometrici e di previsione, lungo l’asta del fiume Po, la Protezione civile dell’Emilia-Romagna ha attivato la fase “di preallarme per i comuni di Boretto, Brescello, Gualtieri, Guastalla, Luzzara, Berra, Bondeno, Ferrara, Goro, Mesola, Rovigo”.
La situazione del principale fiume italiano, “è significativa- sottolinea la Coldiretti- difficoltà anche negli altri corsi d’acqua con esondazioni ed allagamenti nelle campagne”.
Si profila “un pericolo per il territorio nazionale dove sette comuni italiani su dieci sono considerati a rischio per frane ed alluvioni su una superficie di oltre 21mila Kmq”.
All’elevato rischio idrogeologico in Italia “non e’ certamente estraneo il fatto che- continua la Coldiretti- un territorio grande come due volte la regione Lombardia, per un totale di cinque milioni di ettari equivalenti, è stato sottratto all’agricoltura che interessa oggi una superficie di 12,7 milioni di ettari con una riduzione di quasi il 27% negli ultimi quarant’anni”.
La maggiore frequenza con cui si verificano eventi estremi “e’ peraltro la conferma dei cambiamenti climatici in atto anche in Italia dove si stanno manifestando tra l’altro sfasamenti stagionali”.

Fonte: Dire