Trovato cadavere carbonizzato a Roma

CADAVERE CARBONIZZATO A CAVE (RM) – Lo hanno ucciso con tre colpi di pistola di piccolo calibro verso l’una e 45 della notte del 2 novembre scorso e hanno dato fuoco all’auto per simulare un incidente stradale. E ci stavano per riuscire. Ma non sapevano che gli uomini della squadra mobile di Nuoro, guidata da Fabrizio Mustaro, li stava ascoltando, nell’ambito di una grossa indagine per traffico di stupefacenti tra la Sardegna e il Lazio. È stato ucciso così Goffredo Farinacci, 47 anni di San Cesareo, ex consigliere comunale, sindacalista dell’Ugl e presidente della Proloco, sposato e padre di due bambini e conosciuto alle forze dell’ordine come consumatore di cocaina. Accertato il delitto, gli uomini della narcotici e della mobile di Nuoro, hanno preso un aereo per Roma e, con pc, file, registrazioni gps e intercettazioni si sono presentati al sostituto procuratore di Tivoli, Maria Gabriella Fazzi e le hanno consegnato le prove che inchiodano i quattro autori dell’omicidio di Farinacci. Il magistrato ha emesso dunque gli ordini di custodia cautelare che sono stati eseguiti ieri notte dalla mobile di Nuoro insieme ai colleghi di Roma ed al gruppo carabinieri di Tivoli. Stamani il procuratore capo di Tivoli, Luigi De Ficchy, il capo della mobile nuorese Fabrizio Mustaro, la collega di Roma Silvia Franzè e il tenente colonnello Marco Aquinio del gruppo carabinieri di Tivoli, hanno illustrato alla stampa la dinamica dei fatti. I quattro arrestati sono Ezio Felici, 30 anni di Ardea, Carmelo Galici, 28 anni di Ardea, Alessio Vernarecci, 31 anni, e Flaminia Proietti, 22 anni entrambi di Olevano Romano, ora tutti nel carcee di Rebibbia con l’accusa di omicidio volontario premeditato aggravato da futili motivi e dalla crudeltà.

Fonte: Adnkronos