Operazione antimafia in Lombardia, sequestro beni per 7mln di euro

OPERAZIONE ANTIMAFIA IN LOMBARDIA – I Carabinieri del Comando Provinciale di Varese, con il supporto dei Carabinieri della Sezione di P.G. presso il Tribunale di Milano, dei Comandi territorialmente competenti e del 2° Nucleo Elicotteri di Orio al Serio (BG), hanno dato esecuzione nelle Province di Varese e Milano a tre decreti di sequestro di beni ai fini della confisca adottati dai Tribunali di Varese e Milano su richiesta della Dda di Milano nei confronti di altrettanti componenti del vertice di un’organizzazione criminale di stampo mafioso riconducibile alla «’Ndrangheta» denominata ‘Locale di Lonate Pozzolò, affiliata alla cosca Farao-Marincola della provincia di Crotone, operante principalmente in Provincia di Varese ed in particolare nelle zone di Lonate Pozzolo, Busto Arsizio, Gallarate, Malpensa, nonchè Legnano (MB).

 Il provvedimento è il risultato di indagini patrimoniali condotte nell’ambito dell’ operazione denuminata dalla Dda di Milano «Bad Boys», avviata dal Reparto Operativo di Varese nel 2005 e coordinata dal pubblico ministero Mario Venditti, che ha portato alla individuazione dell’organizzazione criminale radicatasi nel territorio e che grazie alla forza derivante dalla cosca madre «Farao-Marincola» di Cirò Marina (Crotone), e attraverso gravi azioni di intimidazione e ritorsione, aveva il controllo di varie attività criminose nella zona. L’organizzazione aveva oteuto anche il ‘condizionamentò di imprenditori, acquisendo, direttamente o indirettamente, la gestione di attività economiche afferenti i settori del commercio, dell’edilizia e del mercato immobiliare.

Fonte: Adnkronos