Pompei antica: è crollata la Domus dei Gladiatori

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:22

POMPEI – Disastro nell’area archeologica di Pompei: questa mattina è crollata l’intera Schola Armaturarum Iuventutis Pompeianae, un edificio risalente agli ultimi anni di vita della città romana, prima che venisse sepolto dall’eruzione del Vesuvio.

Secondo i primi accertamenti, il crollo è avvenuto intorno alle ore 6 di oggi ed è stato notato dai custodi appena arrivati al lavoro, verso le ore 7.30. L’area al momento è transennata e non è possibile accedere.

La Domus è sulla via principale, via dell’Abbondanza, quella maggiormente percorsa dai turisti, in direzione Porta Anfiteatro. Predisposto un percorso alternativo per i tanti turisti.

La casa, secondo gli studiosi, doveva fungere da sede di una associazione militare e deposito di armature. L’ampia sala dove si allenavano i gladiatori era chiusa con un cancello di legno. Su una delle pareti apparivano gli incassi che contenevano delle scaffalature con le armature stesse che furono infatti ritrovate nello scavo.

La decorazione dipinta, persa nel crollo, richiamava al carattere militare dell’edificio: trofei di armi, foglie di palma, vittorie alate, candelabri con aquila e globi. La casa attualmente non era visitabile internamente, ma si poteva osservare solo dall’esterno.

“Questo ennesimo caso di dissesto ripropone il tema della tutela del patrimonio culturale e quindi della necessità di disporre di risorse adeguate e di provvedere a quella manutenzione ordinaria che non facciamo più da almeno mezzo secolo“. E’ quanto afferma Roberto Cecchi, segretario generale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali in merito al crollo della Schola Armaturarum a Pompei. “La cura di un patrimonio delle dimensioni di quello di Pompei – aggiunge Cecchi – e di quello nazionale non la si può affidare ad interventi episodici ed eclatanti. La soluzione è la cura quotidiana, come si è iniziato a fare per l’area archeologica centrale di Roma e per la stessa Pompei”.

Fonte: Ansa.it